Beta version

AgriLevante, si parla di Agricoltura 4.0

09/10/2019 | Realtà locali
A cura dello studio Trevisan&Cuonzo, Venerdì 11 ottobre ore 15,00

Un’agricoltura rivoluzionaria che crea opportunità di business e occupazione. L’agritech è una nuova frontiera in espansione, un segmento economico da non sottovalutare in termini di politiche di sviluppo e protezione di idee, nuove varietà verdi e tecnologie: sono il nostro futuro.

Un tema di attualità a cui Trevisan & Cuonzo, uno dei principali studi legali italiani, ha deciso di organizzare un incontro l’11 ottobre alle 15 in Agrilevante a Bari. Sarà l’occasione per presentare un ambizioso progetto: 4Agrinnovation.

Non è un caso che si sia scelto di partire dal sud del Paese– afferma Gabriele Cuonzofondatore dello studio – alcuni anni fa abbiamo voluto una sede in Puglia a Bari con una forte specializzazione nell’agribusiness. Siamo convintidell’alto potenziale del territorio anche come avamposto tecnologico per il sud del mondo. Le aziende agricole più strutturate hanno una visione chiara e investono in ricerca e sviluppo rendendo sempre più strategico il ruolo della proprietà intellettuale come strumento essenziale per la valorizzazione dei risultati della ricerca e dei processi innovativi nel settore dell’agritech. Tutti gli stakeholders devono lavorare in questa direzione ed è questo l’obbiettivo che si pone il progetto 4AGRINNOVATION, che sarà coordinato dal nostro socio Vincenzo Acquafredda e che abbiamo voluto lanciare proprio a Bari”

Parteciperanno all'incontro gli avvocati Luca Trevisan,Gabriele Cuonzoe Vincenzo Acquafredda, Trevisan & Cuonzo, Michele Andriani, Presidente Andriani SpA, Giandomenico Consalvo, Presidente Civi-Italia, Carlo Fideghelli, già Direttore CRA Frutticoltura Roma, Luigi Trotta, Dirigente Sezione Competitività delle Filiere Agroalimentari della Regione Puglia, Filippo De Nicolo, Banca Generali e l’Onorevole Gianpaolo Cassese, Commissione Agricoltura Camera dei Deputati. 

Sostengono l’iniziativa: Banca Generali e Andriani SpA. L’incontro è patrocinato dalla Regione Puglia, l’Università LUM Jean Monnet e CIVI-Italia.