Beta version

Gli agricoltori di tutto il mondo chiedono norme eque

06/12/2013 | Agricoltura
Al vertice del Wto in corso a Bali si chiede la creazione di un sistema commerciale più giusto

Gli agricoltori di tutto il mondo si sono riuniti ieri a Bali per chiedere ai negoziatori di concordare, nel quadro dei negoziati sul commercio mondiale, un "minipacchetto" che assicuri un accordo equo ed equilibrato per gli agricoltori e le cooperative agricole.

Tale iniziativa fa seguito all'intensificarsi dei negoziati in occasione della 9a Conferenza ministeriale dell'Organizzazione mondiale del commercio che si svolge questa settimana a Bali. In una riunione dell'Organizzazione mondiale degli agricoltori (OMA), il Vicepresidente della FNSEA Henri Brichart, in rappresentanza del Copa-Cogeca, ha appoggiato la posizione dell'OMA e ha esortato i leader mondiali a compiere un passo positivo verso il raggiungimento degli obiettivi stabiliti dall'OMA nella sua posizione relativa alla politica commerciale adottata all'inizio dell'anno da agricoltori di tutto il mondo.

Egli ha ribadito che i negoziatori debbono approvare questa settimana un “pacchetto di Bali” che copra la facilitazione degli scambi, l'agricoltura e svariate questioni attinenti allo sviluppo, nonché un chiaro programma che includa questioni inerenti alle norme di produzione, come l’ambiente, il benessere degli animali e gli aspetti sanitari e fitosanitari. Ha inoltre sottolineato che gli agricoltori hanno bisogno di un sistema commerciale multilaterale equo e prevedibile e che occorre evitare la rottura dei negoziati multilaterali.