Beta version

Bolzano: itinerari per l’autentico “Km 0”

29/03/2011 | Agricoltura
A Terlano, lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige nell’ampia valle

TERLANO (BOLZANO) - A Terlano, lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige nell’ampia valle soleggiata che collega Bolzano a Merano, si coltiva una delle varietà più pregiate di asparago.

Si tratta di una produzione di nicchia e per appassionati gourmet, la quantità che se ne produce non supera i 55mila chilogrammi l’anno e soprattutto va rigorosamente consumato a poche ore dalla sua raccolta. Per questo, può essere degustato e acquistato solo sul posto, nei ristoranti della zona. Ogni giorno, entro due ore dalla raccolta, il prodotto freschissimo arriva a destinazione, perfettamente preservato nei suoi aromi, talvolta raffreddato sul campo con il ghiaccio perché arrivi ancora fresco sulle tavole. Solo questa produzione viene servita entro un giorno dalla raccolta, in nove ristoranti della zona di Terlano e limitrofi e cucinata secondo l’estro creativo degli chef che uniscono alla tradizione nuovi accostamenti. Nei mesi di aprile e maggio, per il ‘Tempo di asparagi’ nell’area vacanze Bolzano Vigneti Dolomiti si possono trovare in vari ristoranti prelibatezze a base di asparagi coltivati sul posto e accompagnati da un vino bianco imbottigliato appositamente per l’occasione.

Un viaggio nella cultura enogastronomica del posto, a passeggio tra i campi a cumuli allineati, circondati dai vigneti, è ad esempio quello del 25 aprile 2011. Dalle 9.30 alle 16.30 circa, un’intera giornata passata ad ascoltare i segreti della coltivazione di questi pregiatissimi asparagi direttamente da chi vigila sulla loro qualità, assaporare le specialità gastronomiche della tradizione di Terlano, visitare le bellezze artistiche e naturali dei dintorni. E ovviamente acquistare perlacei mazzi di asparagi, appena colti. L’8 maggio 2011, invece, avrà luogo nel centro di Terlano l’ormai consueta “Festa degli asparagi”. Dalle ore 10 alle ore 14 si potranno degustare piatti a base di asparagi, realizzati secondo la tradizione locale e accompagnati da un buon vino locale, come il Terlano Sauvignon doc. Si potrà apprezzare il semplice ma prelibato piatto di asparagi, servito con salsa bolzanina e prosciutto cotto.

Proprio l’accompagnamento degli asparagi al prosciutto e a questa salsa di uova sode, aceto ed erba cipollina, sono il modo più classico di degustare gli asparagi di Terlano. L’idea di passare una breve vacanza nella bella stagione a “caccia” di asparagi di Terlano, è una buona occasione per staccare dallo stress cittadino, andando alla ricerca di specialità locali a “km 0”. Per chi ha la passione della buona tavola e ama fare acquisti intelligenti e a basso impatto, il territorio offre la possibilità di acquistare moltissime tipicità proprio lì dove sono prodotte, non solo asparagi, ma anche vino, mele, formaggi e speck.

Autore: Pierino Vago