Beta version

Crescita economica guidata da ristoranti e alberghi

10/05/2018 | Visioni
Lo sostiene la relazione dell'albo dei commercialisti

Notizie sempre più precise sull’andamento economico; a quanto pare la ristorazione è uno dei motori economici dell'Italia e insieme agli alberghi guidano la crescita delle Srl, facendo registrare un aumento sia in termini di addetti (+8,4%) che di fatturato (+5,1%). I dati emergono dall’Osservatorio sui bilanci delle società, Trend 2014-2016”, pubblicato dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti.

Ristorazione ed ospitalità, dunque, crescono più del doppio della media, e si confermano al vertice anche in termini di valore aggiunto, con il +7,7%, più di commercio e dai trasporti (+7,3%) servizi (+6%) e industria (+4,7%) e costruzioni (+3,2%).

L’analisi, sulla base dei dati estratti dalla banca dati Aida ad Aprile 2018, riguarda quasi 581.000 srl, per le quali sono disponibili i bilanci degli ultimi tre anni rispetto ad un totale nazionale di 835.000 srl. Imprese che occupano poco più di 5 milioni di addetti con ricavi per 1.093 miliardi di euro, un valore della produzione totale di 1.140 miliardi e un valore aggiunto di 258 miliardi di euro, ed una media di 6 addetti.

Anche il Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi sottolinea l’importanza del settore “nell’Anno del Cibo Italiano, è importante ribadire che la ristorazione, con i suoi 41 miliardi di valore aggiunto e oltre un milione di addetti, è la componente di maggior valore della filiera agroalimentare nazionale”, ha spiega Rodolfo Citterio, consigliere della Federazione.

“Lo sviluppo del comparto alimentare made in Italy è una sfida da vincere in casa, ma anche e soprattutto, fuoricasa. Se a ciò aggiungiamo che i consumi alimentari in casa crescono poco o non crescono affatto, mentre quelli in bar e ristoranti continuano ad avere una dinamica positiva - ha aggiunto Citterio - il contributo della ristorazione per lo sviluppo del comparto risulta ancora più determinante”.