Beta version

Expo, educazione alimentare per le scuole

10/10/2014 | Esplorando
Iniziativa congiunta tra Ministero dell'istruzione e quello delle Politiche Agricole

L'Expo si mette in moto a partire dalla scuola. Con due bandi di concorso, una piattaforma web dove apprendere nozioni sulla storia del cibo e partecipare a gare on line, un progetto di educazione alimentare. Sono le iniziative presentate dai ministri Stefania Giannini, Istruzione, e Maurizio Martina, Politiche Agricole, al Miur dove si è svolto l'evento di lancio delle iniziative della scuola per Expo.

"Abbiamo avviato dei percorsi che consentiranno di cogliere l'occasione dell'Expo per lavorare sui contenuti dell'Esposizione e sui corretti stili di vita e su una sana alimentazione - ha spiegato il Ministro Maurizio Martina - Abbiamo messo in campo un set di interventi per fare della scuola italiana la protagonista assoluta di Expo 2015". I progetti della scuola per l'Expo sono "un esempio di buona scuola che esiste già - ha sottolineato il Ministro Stefania Giannini con riferimento al titolo del Piano del governo per la scuola - Due milioni di euro è il contributo finanziario arrivato da viale Trastevere per queste iniziative. Sono il punto di partenza affinché anche la cultura alimentare venga insegnata fin da piccoli. Stiamo mobilitando 2 milioni di studenti per l'Expo 2015".

I Bandi di concorso "La scuola per Expo 2015": Il bando punta a valorizzare l'ideazione e la realizzazione di elaborati basati sull'utilizzo delle tecnologie digitali su temi che vanno dal diritto ad un'alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta alle scienze e tecnologie per la sicurezza e la qualità alimentare. Al bando è favorita la partecipazione delle scuole in rete. Tra i premi messi in palio ci sarà anche l'organizzazione di visite didattiche presso i padiglioni dell'Expo. Ad oggi sono arrivate 1.174 pre-iscrizioni dalle scuole di tutta Italia.

"Together in Expo 2015": Il bando punta al coinvolgimento attivo e all'incontro degli studenti attraverso la realizzazione di scambi e gemellaggi tra le scuole italiane con quelle internazionali. Ogni istituzione scolastica può presentare più proposte di gemellaggi. Ad oggi sono arrivate 805 pre-iscrizioni dalle scuole di tutta Italia. Saranno premiati i migliori 10 progetti di gemellaggio.

La piattaforma multimediale è on line dal 2 ottobre e punta a far incontrare e comunicare fra di loro le scuole italiane e estere che condivideranno i progetti realizzati insieme. La piattaforma è a forte impronta social, è in lingua italiana, inglese e francese e presenta materiali didattici e contributi di esperti attraverso video, infografiche e documenti interattivi. Le scuole potranno confrontarsi fra loro, conoscere i rispettivi contesti agroalimentari, sviluppare insieme idee e progetti da presentare nel 2015 a Milano.

Tra le progettualità che saranno incentivate sul portale ci sarà una specifica sezione dedicata ai progetti dedicati agli orti scolastici. Il portale sarà sistematicamente collegato alle iniziative promosse sul sito Expo, nello specifico alle notizie relative ai paesi partecipanti al Padiglione Italia. Gare on line animeranno la presenza delle classi sul sito.