Beta version

Gelato, vince quello confezionato

09/07/2018 | Visioni
Lo studio della Doxa svela aspetti nuovi

Contro ogni pronostico, emerge con chiarezza che gli italiani preferiscono il gelato confezionato. Il motivo è soprattutto legato alla salute; è controllato e sicuro dal punto di vista igienico (35%), trasparente grazie ad un’etichetta chiara (29%), prodotto con ingredienti sani e di qualità (11%) e porzionato in maniera da conoscere esattamente i valori nutrizionali assunti (5%). Il dato emerge da un'indagine svolta dalla Doxa e commissionata da Igi – Istituto del Gelato Italiano. Il gelato è un prodotto che piace al 93% degli italiani ed è un piacere da condividere in coppia e in famiglia per il 48% degli intervistati, possibilmente con in mano un bel cono (41%) e nel relax della propria casa (56%).

I fan del gelato sono allo stesso modo uomini e donne, con punte più alte nelle fasce di età dei più giovani. L’estate perde il primato assoluto come stagione perfetta per i gelati, lasciando spazio anche agli altri mesi dell’anno: ben il 35% del campione ama, infatti, consumarlo durante tutto l’anno, a conferma di una destagionalizzazione del prodotto che le aziende produttrici di gelato hanno riscontrato già da alcuni anni.

E se il 36% si concede questo piacere 1-2 volte alla settimana, tre italiani su dieci arrivano a toccare punte di almeno 3 o 4 volte (16%) o addirittura tutti i giorni (11%). secondo i dati emersi dall’indagine Igi - Doxa il gelato è poi considerato una coccola da gustare in casa (56%) piuttosto che al bar (26%) o al ristorante, ma soprattutto con la famiglia. Oggi il 48% degli italiani intervistati dichiara di consumarlo soprattutto con il partner o con la propria famiglia: il 50% sceglie la merenda pomeridiana come momento perfetto per un fresco gelato

Ma qual è quello confezionato preferito dagli italiani?  Il cono domina incontrastato questa speciale classifica con ben il 41% delle preferenze, seguito ad una certa distanza da barattolino/vaschetta (22%), biscotto (13%), coppetta (12%), stecco (11%) e ghiacciolo (5%).