Beta version

Mercato, prime contrattazioni per la frutta autunnale

13/10/2016 | Agricoltura
Bene mele e pere e l'uva siciliana mentre la Puglia stenta

Secondo i dati raccolti da Ismea, la prima settimana di ottobre ha segnato l’avvio delle prime contrattazioni per il kiwi. Relativamente all’uva da tavola, il prodotto pugliese, di non grande quantità, non è riuscito a raggiungere la qualità richiesta dal mercato mentre si conferma più agevole il collocamento della merce siciliana.

Riguardo alle mele, sono proseguite regolarmente nelle zone del Trentino Alto Adige le operazioni di raccolta del prodotto che a partire da questa settimana si sono estese alle varietà Fuji e Braeburn. In Alto Adige il calo termico ha favorito sul Golden Delicius la formazione della tipica faccetta rossa. Sotto il profilo commerciale, le contrattazioni concluse  sul circuito interno sono proseguite in un clima di generale calma mentre si conferma più fluido il collocamento della merce sui mercati esteri. Prime contrattazioni in magazzino per l’Annurca campana con quotazioni che si sono attestate su valori superiori a quelle registrate lo scorso anno.

Circa le pere, è in aumento la gamma varietale in uscita dal magazzino, che questa settimana  ha interessato oltre alle varietà Abate Fetel, Kaiser e Williams, anche  la Decana del Comizio e la Conference. Sotto il profilo degli scambi le vendite si sono svolte in un clima di discreto interesse a fronte di una buona domanda proveniente sia dal mercato interno che estero. I prezzi nel complesso rispetto alla precedente settimana hanno mostrato un incremento da attribuire all’ingresso sulle piazze di Ferrara e Modena delle prime quote di Decana le cui  quotazioni si sono attestate su valori mediamente più elevati rispetto alla media delle varietà già presenti.

Uva da tavola: il mercato ha mostrato andamenti differenti in funzione delle diverse aree di produzione. Una debole attività di scambio è stata registrata nel bacino produttivo pugliese dove la merce dal profilo qualitativo non del tutto apprezzabile è stata oggetto di una scarsa richiesta. In tale contesto le limitate contrattazioni concluse si sono svolte sulla base di prezzi cedenti. Diversa la situazione per le uve siciliane per le quali una buona intonazione della domanda ha permesso il rapido svolgimento delle vendite sulla base di prezzi in incremento. Stabile il mercato per le uve laziali e metapontine sia sotto il profilo degli scambi che delle quotazioni.

Per i kiwi possiamo dire che in settimana sono state registrate le primissime contrattazioni per la varietà Hayward nel napoletano avvenute sulla base di prezzi che si sono attestati su valori superiori a quelli di esordio della passata campagna.  Al via anche nel ravennate la campagna di commercializzazione per il kiwi giallo le cui  quotazioni di esordio si sono posizionate su livelli inferiori  allo scorso anno.