Beta version

Mobilità sostenibile: a Roma percorsi ciclabili più sicuri

15/03/2012 | Realtà locali
Parte il progetto “Pica-Percorsi ciclabili sicuri”, promosso dal ministero della Gioventù e realizzato dall’assessorato all’Ambiente e dalla Commissione sicurezza di Roma Capitale.

Piste ciclabili più controllate – e, di conseguenza, più sicure - con il progetto “Pica-Percorsi ciclabili sicuri”, promosso dal ministero della Gioventù e realizzato dall’assessorato all’Ambiente e dalla Commissione sicurezza di Roma Capitale.

Dieci giovani, selezionati da un bando pubblico, dopo un periodo di tre mesi di formazione, percorreranno in bicicletta, per tre mesi, le piste ciclabili cittadine per monitorarne lo stato di salute, assistere i ciclisti in difficoltà e segnalare criticità. I ragazzi avranno pettorine di riconoscimento e saranno forniti di apparecchi radio collegati alla sala operativa della polizia locale di Roma Capitale.

L’obiettivo del progetto è di rendere più sicura la percorribilità delle piste ciclabili e di segnalare eventuali disservizi. Il progetto è stato presentato dall’assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Marco Visconti, e dal presidente della commissione Sicurezza di Roma Capitale, Fabrizio Santori. Consegnate anche le dieci bici ai ragazzi, che cominceranno a usarle su strada al termine dei tre mesi di formazione. “È un progetto importante - spiega Visconti. “Bisogna ora approvare nell’Assemblea capitolina il Piano quadro della ciclabilità, fermo da tempo”.

Per incentivare l’uso della bicicletta negli spostamenti in città l’amministrazione ha aderito alla recente campagna Salva-Ciclisti del “Times” di Londra. Intanto, prosegue la progettazione esecutiva di due piste ciclabili molto attese: la Roma-Fiumicino ed il raccordo Porta Pia-Ponte Nomentano.

Quattro, invece, i percorsi ciclabili in corso di realizzazione: il raccordo Tor Pagnotta-stazione metro Laurentina, all’interno del corridoio della mobilità; la pista ciclabile che mette in collegamento il Santa Maria della Pietà con la stazione di Valle Aurelia; la pista di via Palmiro Togliatti-Parco della Cervelletta e quella che dal Torrino conduce all’Eur. Questi percorsi si aggiungono a quello che corre sul Ponte della scienza, che collega i quartieri Ostiense e Marconi.

Ad aprile, infine, partirà l’installazione dei primi 200 portabici (su 3mila totali) nei principali nodi di scambio, che favoriranno ulteriormente l’intermodalità tra bici e mezzi pubblici.