Beta version

Museo ambiente e crimine a Roma

11/07/2017 | Realtà locali
La struttura è stata intitolata all'etologo e scienziato Danilo Mainardi

Il nuovo Museo Ambiente e Crimine (M.A.CRI.), inaugurato  pochi giorni fa presso il Bioparco di Roma è stato realizzato dal Comando Unità Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare Carabinieri (Cutfaa) e dal Bioparco di Roma con "l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sui reati che deturpano i nostri territori".

Dagli incendi, all'inquinamento, fino al bracconaggio e alle attività che lo Stato mette in atto per contrastarli, con totem interattivi touchscreen, teche contenenti prodotti derivati da animali confiscati al traffico illecito e ancora l'esposizione degli strumenti più utilizzati nella caccia illegale. Tutto questo è per la prima volta ospitato in una struttura, unica in Europa, di circa 400 metri quadrati divisa in sezioni che riproducono i contesti ambientali dei vari fenomeni criminali e i danni prodotti sull'ambiente, sulle specie protette e nel settore agroalimentare. La struttura è stata intitolata all'etologo e scienziato Danilo Mainardi, "per il suo prezioso contributo allo studio del comportamento animale e alla diffusione della cultura del rispetto e della salvaguardia della natura".