Beta version

Olio d'oliva, produzione italiana 2016 in calo

06/10/2016 | Agricoltura
Ismea stima in una perdita del 37% rispetto alla produzione dello scorso anno

Si prospetta piuttosto scarsa la produzione italiana di olio di oliva in questo 2016. Le prime stime Ismea parlano di un -37% rispetto alle 475 mila tonnellate dello scorso anno, una drastica riduzione. Lo sviluppo vegetativo è stato particolarmente problematico da un punto di vista sia climatico sia fitosanitario. Alla riduzione si è sommato il fatto che quella attuale è, fisiologicamente, un'annata di scarica in molte delle aree più olivetate del Paese.

A livello mondiale, a frantoi ancora chiusi, Ismea stima un calo del 9% che dovrebbe riportare la produzione sotto la soglia dei 3 milioni di tonnellate. La riduzione della produzione italiana fa il paio anche con quella di Grecia  e Tunisia, mentre in Spagna si prevede ancora una sostanziale tenuta rispetto al volume del 2015 (1,4 milioni di tonnellate).

Nelle prossime settimane Ismea, avvalendosi anche dei dati forniti dai frantoi, procederà ad aggiornamenti delle stime produttive unitamente al monitoraggio continuo della situazione di mercato.