Beta version

A Parma apre Cibus

08/05/2012 | Visioni
Cibus si conferma la rassegna più importante del settore agroalimentare

La domanda di food Made in Italy proveniente da tutto il mondo - Germania e Usa ma anche Brasile, India, Russia, Cina e Vietnam - e' cresciuta, nonostante la crisi, spingendo l'export alimentare ad una crescita, nel 2011, del 10,3%.

Tengono poi le quote di mercato interno, con saldo positivo di 7 miliardi di euro per i prodotti tipici. Inoltre le stime di settore per il 2012 sono buone. Questi i numeri del settore agroalimentare che si riunira' al Cibus 2012, 16/ma edizione del Salone internazionale dell'alimentare italiano, a Parma dal 7 al 10 maggio.

Cibus 2012 ospita due "fiere nelle fiere": Dolce Italia e Pianeta Nutrizione. La manifestazione sarà inaugurata nella mattinata del 7 maggio dal ministro delle Politiche Agricole Mario Catania, e ospiterà anche la assemblea annuale di Federalimentare. Attesa anche Carolina Kostner, la campionissima del pattinaggio italiano vincitrice dei Campionati del Mondo a Nizza, che portera' la medaglia mondiale nello stand GrissinBon e sara' premiata come 'madrina' di Grana Padano.

Cibus ''e' una fiera delle aziende e per le aziende, circa circa 2.300 aziende espositrici e tante novità" annuncia Franco Boni, presidente di Fiere di Parma. ''Il nostro obiettivo – aggiunge Elda Ghiretti, Cibus Brand Manager – è quello di unire il più possibile la filiera alimentare per arricchire la vetrina di Cibus, che è già senza dubbio la più importante in Italia e nel Mondo del food italiano. Questa completezza dell'offerta favorisce l’interesse e la presenza dei buyers sia italiani che esteri. Ecco dunque che avremo nuovi spazi come quello dedicato all’industria del surgelato (Frozen Food), quello dedicato alla realtà in crescita degli automated self shop (Venditalia Self Expo) e quello dedicato ai micro birrifici artigianali (Micro Malto).

Anche il BIO diventa protagonista a Cibus come offerta integrata al convenzionale da parte sia dagli specialisti sia delle grandi marche. Grazie a questa formula CibusBio – con 350 espositori - è già la seconda fiera al mondo del settore dopo Norimberga. Va inoltre segnalata la presenza a Cibus della Piazza dei Prodotti Dop, organizzata dalla Associazione dei Consorzi di Tutela Aicig, in collaborazione col ministero dell’Agricoltura. I migliori formaggi italiani saranno premiati dalla nota Scuola di Cucina Alma, diretta da Gualtiero Marchesi, e si potranno trovare le specialità delle Regioni italiane nelle Collettive regionali”.