Beta version

Riforma Pac, le cooperative portano benefici

02/04/2013 | Agricoltura
Il Copa-Cogeca esorta a includere nella PAC le conclusioni della Commissione; molti i benefici delle cooperative per gli agricoltori

Il Copa-Cogeca esorta le istituzioni europee a includere nella futura PAC le conclusioni della nuova relazione della Commissione che conferma i benefici delle cooperative per gli agricoltori.

Dopo che nuove relazioni della Commissione europea hanno confermato che le cooperative agricole svolgono un ruolo determinante nel contribuire che gli agricoltori percepiscano una quota superiore del valore aggiunto della catena alimentare e nel consolidare la loro posizione sul mercato, il Copa-Cogeca ha esortato le istituzioni europee a fare in modo che tali conclusioni siano tenute in piena considerazione nell'accordo finale sulla futura politica agricola comune (PAC) atteso per giugno.

Tale iniziativa è presa in un momento in cui la Commissione, il Consiglio e il Parlamento europeo stanno avviando le discussioni per un accordo definitivo. Le 78 relazioni inerenti al supporto alle cooperative di agricoltori appena pubblicate dalla Commissione dimostrano che le cooperative agricole svolgono un ruolo importante nell'aiutare gli agricoltori a percepire una quota superiore del valore aggiunto della catena alimentare e nel rafforzare il loro potere contrattuale lungo la catena alimentare. Ciò è di cruciale importanza a fronte dell'enorme potere di acquisto di pochi distributori.

Le relazioni esaminano la situazione in 27 Stati membri e indicano che quando le cooperative detengono una quota di mercato elevata i livelli di prezzo possono aumentare per gli agricoltori di una determinata regione e la volatilità del mercato può essere ridotta. Ciò risulta particolarmente importante perché la volatilità dei mercati agricoli è una delle principali sfide cui sono attualmente confrontati gli agricoltori. Le relazioni rivelano inoltre che le cooperative sono più importanti in alcuni paesi e in alcuni settori, ad esempio quello ortofrutticolo e quello lattiero-caseario.

Anche l'intensità delle strategie di commercializzazione basate sui marchi varia a seconda dei settori: prodotti con marchio esistono nel settore del vino e in quello lattiero- caseario e, in misura minore, anche in quello ortofrutticolo e in quello dell'olio di oliva.

Secondo la relazione, le cooperative agricole sono essenziali per garantire l'accesso al mercato e ridurre le incertezze per gli agricoltori legate ai pagamenti. Essa indica altresì che alcuni aggiustamenti al diritto europeo della concorrenza aiuterebbero a ripristinare l'equilibrio fra i poteri della catena alimentare.