Beta version

Settimana del Baratto, al via l'edizione numero 11

05/11/2019 | Ambiente
I bed and breakfast partecipanti aumentano, con proposte di baratto quanto mai originali

Si avvicina il consueto appuntamento annuale organizzato da un noto portale che raggruppa strutture vacanziere: dal 18 al 24 novembre, i B&B italiani affiliati al portale aderenti all’iniziativa offrono un soggiorno gratuito in cambio di beni e servizi, come succede ormai da 11 anni nel corso della terza settimana del mese di novembre. Un do ut des che fa a meno del denaro, per riscoprire antiche forme di convivialità.

Nell’undicesimo compleanno della Settimana del Baratto si conferma e consolida la pratica dello scambio associata al piacere del viaggio e di alloggio in strutture familiari, tutte presenti sul sito www.SettimanadelBaratto.it. In questo luogo virtuale domanda e offerta si incrociano, si contratta e infine ci si accorda: questo è cioè il punto d’incontro tra i viaggiatori e i gestori dei bed and breakfast. I primi si propongono per attività manuali, creative e didattiche, oppure offrono beni propri, in cambio di un pernottamento, mentre i secondi pubblicano i loro desideri mettendo a disposizione gratuitamente la propria ospitalità. E anche quest’anno, man mano che le adesioni dei B&B aumentano, la fantasia sembra non avere limite.

C’è una struttura nel paese natale di Pertini, in provincia di Savona, che propone un soggiorno gratis in cambio di qualcuno che predisponga una cena o un apericena vegano con cuoco professionista o anche un mini corso di cucina salutista. A Colle Val d’Elsa, sulle colline senesi, si cerca qualcuno per fare delle ricerche catastali per scoprire le origini della loro casa. Un B&B di Cattolica baratta ospitalità con concerti da tenersi presso la struttura stessa: vanno bene musicisti sia italiani che stranieri. Pernotto e colazione gratuiti anche a Buja (Udine): basta confezionare delle lenzuola ricamate e concordare lo scambio.

Da nord a sud, centinaia di bed and breakfast sono pronti all’accoglienza dei viaggiatori, che non dovranno spendere denaro per scoprire o conoscere meglio angoli d’Italia. E per chi volesse varcare i confini della Penisola, sempre dal 18 al 24 novembre si svolge anche la Barter Week, spin-off internazionale dell’evento nostrano, a cui partecipano i B&B sparsi in 64 paesi di tutto il globo. Che non sia un modo per rinverdire forme di ospitalità e di collaborazione orami desuete? Noi ce lo auguriamo e speriamo che l’iniziativa abbia la risonanza ed il successo che merita.