Beta version

Vacanze Slow – Borsa del Birdwatching e Turismo Naturalistico

30/05/2011 | Mondo uci
L’Associazione Turistica Culturale “Ape Regina” e il Comune di Santa Giusta (OR) presentano la prima edizione della Borsa del Birdwatching.

L’Associazione Turistica Culturale “Ape Regina” e il Comune di Santa Giusta (OR) presentano la prima edizione della Borsa del Birdwatching, Turismo Naturalistico, Turismo lento e della mobilità ecosostenibile che si terrà dal 3 al 5 Giugno 2011.

Un' occasione di incontro per gli appassionati ed esperti di birdwatching e fotografia naturalistica, degli amanti della natura e del tempo libero all’aria aperta, con convegni, workshop, educational e mostre fotografiche. Si tratta di un country event, in un territorio da sempre votato per praticare birdwatching e “turismo lento”.

Molti territori italiani hanno un patrimonio naturalistico d’eccellenza, inseriti nella Rete di “Natura 2000” per il loro alto valore di biodiversità. La Rete Natura 2000 è composta prevalentemente da due tipi di aree: i Siti di Importanza Comunitaria (SIC), attualmente proposti e destinati a divenire Zone Speciali di Conservazione (ZSC), previsti dalla Direttiva “Habitat” e le Zone di Protezione Speciale (ZPS), previste dalla Direttiva “Uccelli”.

Un patrimonio questo, di grande valore turistico. Questo evento vuole fare conoscere le potenzialità di tutti questi territori, e dell’oristanese in particolare,come un unico prodotto turistico proponibile su tutti i mercati Europei in tutte le stagioni per uno sviluppo di turismo sostenibile, dove, con una copertura di una rete ricettiva offerta dagli Agriturismi, Bed & Breakfast e case vacanze, e con il supporto di guide esperte e qualificate, vuole offrire un prodotto a quel 59% di turismo che predilige il turismo slow ossia il turismo lento, con passeggiate nella natura, birdwatching, con canoa fluviale e marina, percorsi cicloturistici, passeggiate a cavallo, itinerari enogastronomici di qualità e l’abbinamento natura e benessere. Pertanto UNAAT non poteva mancare e non poteva non offrire la sua adesione. Il turismo lento predilige il mangiare sano, il concetto di “slow movement“, nasce a Roma come forma di protesta contro l’apertura del Mc Donalds in Piazza di Spagna; infatti la slow life coinvolge vari aspetti a partire dal culto del mangiare, che vede il fast food contrapposto allo slow food, il quale elogia la lentezza sia nel cucinare che nel gustare i piatti e per il quale sono stati organizzati numerosi itinerari e degustazioni enogastronomiche.

Le manifestazioni legate allo slow food, inoltre, non mirano solo a raggiungere la calma interiore ma anche ad insegnare a mangiare in modo sano e ad informarsi sulla provenienza e la qualità del cibo. Come quelli di cui abbiamo parlato esistono molti altri modi adatti a riprenderci il nostro tempo e per liberarci dalla convinzione che se non svolgiamo i nostri compiti nel minor tempo possibile non staremo in pace con noi stessi, che riassume le idee-guida comuni a gran parte della nostra società ma che invece di arrecarci benessere ci impedisce di vivere davvero il tempo a disposizione.

Infine esistono altri movimenti che si riallacciano alla slow life, come lo slow fitness, che attraverso corsi di pilates o meditazione permette di raggiungere il benessere a livello sia fisico che mentale. L’evento è aperto anche alle aziende commerciali dei settori dell’ottica e fotografia, abbigliamento tecnico e sportivo, attrezzature sportive, tutela del territorio, tour operator per destinazioni naturalistiche, oltre ad enti e associazioni sportive, turistiche e culturali, strumentazioni ed equipaggiamenti di supporto per praticare birdwatching e fotografia naturalistica, editoria specializzata, educazione ambientale, Enti, Consorzi, Associazioni sportive Ass. Agrituristiche, B&B, Servizi turistici, Enti Locali, Parchi e Riserve naturalistiche.

Durante la Borsa del Turismo sarà allestita la mostra OASIS PHOTO CONTEST 2010. International Award for Nature and Environment, Premio internazionale dedicato alla fotografia naturalistica e ambientale, legato alla testata Oasis.

Per ulteriori informazioni visitare il sito: http://www.vacanzeslow.it/